IL GRANDE RISPONDITORE. Dai lo so, quella parola non esiste in italiano. O forse si, ma è talmente brutta da sembrare impronunciabile. Eppure #sharingdaddy ha un solo grande aiuto possibile. Mamma? L’eventuale fidanzata? La prima è vecchietta, la seconda non esiste. Le amiche? Imprendibili, con sta vita. La sorella è un’opzione, ma ha talmente tanti casini che una domanda in più potrebbe mandarla a carte 48. Di conseguenza se sei solo di fronte a una montagna da scalare, a un problema senza soluzione, l’unico rimedio è il grande risponditore di tutte le domande: il web. Già Google. Non c’è domanda per lui che non abbia una risposta. Quindi…

LA GUERRA PERSA. Fra le tante inettidutini del padre single nella giungla di stereotipi correnti vi è la sua completa deficienza nell’eseguire i lavori di casa. Deficienza che raggiunge il culmine quando il malcapitato #sharingdaddy si presenta di fronte ai luridissimi vetri di casa sua. Che fare per pulirli? Il pirlotto ci prova coi modi classici, ma vengon fuori talmente tanti aloni che dio solo sa. Non si vede più un tubo in casa, nemmeno con la luce accesa. La prima volta che mi è capitato di farlo e ho visto il risultato ho provato un senso di vergogna. Come cacchio si puliscono i vetri? Io ci ho riprovato con l’effetto che gli aloni si sono moltiplicati, così come la mia depressione.

IL PIANO B. Da quel momento, onde non rimpinguare il conto della mia psicologa (che peraltro manco so come pagare) ho deciso di postare un ululante status sul mio profilo di facebook facendo appello alla buon’anima delle mie amiche per sapere come diavolo si publiscono i vetri.  Ho ricevuto commenti e ispirazioni, consigli e considerazioni sui mariti che non puliscono per anni i vetri, semplicemente perché non sanno che si devono pulire. Bene, io lo so. E ho scoperto come si fa. In questo tutorial vi spiego il segreto, imparato dall’amica Betta, da Gianna e dal ferramenta sotto casa che ogni mattina deve pulire le vetrate di 4 metri per tre, altrimenti non si vede dentro il suo negozio. Scopri come ho vinto la guerra dei vetri, dopo aver perso due battaglie e essermi sentito parecchio cretino.