Gite da sharingdaddy: volo fantastico a Volandia

//Gite da sharingdaddy: volo fantastico a Volandia

Gite da sharingdaddy: volo fantastico a Volandia

Gite che diventano avventure.

Gite: per molto tempo sono un miraggio per lo sharingdaddy che si rimette in piedi. Gite: per lunghi giorni sono una chimera che sta immediatamente dietro (quindi nascosta) il mare di cose da vivere e da imparare per far andare a regime i giorni normali con il pupo (o la pupa). Per me le gite sono diventate una possibilità da poco e soltanto ieri, dopo oltre un anno di vita da sharingdaddy, sono riuscito a programmarne e farne una in un posto magnifico, vale a dire questo.

 

gite-volandia

 

Le gite di sharingdaddy hanno una caratteristica: sono avventure e vanno vissute come tali. Ecco, quello che ne aumenta la difficoltà di organizzazione è il racconto della gita stessa. La mappa del percorso, la ricerca di un tesoro nel posto dove si va, il desiderio di fare delle foto insieme e le cose da scoprire una volta arrivati alla meta, sono elementi dell’avventura stessa. Te lo dico subito, la gita deve diventare avventura anche per te e, questo lo penso pena il patibolo da parte del bravo pediatra, rappresentare anche per te un’esperienza che regala qualcosa.

A me i genitori che si annullano per i figli mi stanno sui cosidetti. Va da se che la gira fatta ieri da me e Davide sia un classico esempio di quello che può regalare emozione a un bambino e anche al suo papà. Ecco, quindi il primo racconto di una gita da sharingdaddy: ti anticipo che ne troverai “mille mila” qui sopra, devi darmi solo il tempo di viverle con mio figlio.

Il sogno di Volare

Gite: le Forme del Volo

La sala Le Forme del Volo

Il Parco e Museo del Volo – Volandia si trova in Via per Tornavento 15 a Case Nuove (Somma Lombardo) ed è custodito nelle vecchie officine Caproni, proprio là dove l’aviazione civile italiana emise i suoi primi vagiti. E’ un vero e proprio sogno di volare. Arrivarci e venire sommersi dalle belle immagini di quella architettura industriale del primo novecento è un spettacolo per gli occhi del papà, in attesa che arrivi quello per il bambino.

L’avventura comincia nella sala dove sono rappresentati tutti i tipi di volo. Si intitola “Le Forme del Volo” e già lì si prende contatto con le cose che possono rappresentare una vera attrattiva per i bambini attorno ai 4-6 anni il cui interesse principale è giocare al cospetto di queste macchine volanti. A Volandia si intrecciano mondi di cose che si muovono e la prima che attira, proprio nella sala d’apertura, è un meraviglioso e sterminato plastico di trenini che rappresenta un’intera città in miniatura (e in movimento) e in movimento.

Ecco la prima cosa buona per i bimbi piccoli e forse anche la prima cosa non buona: quella città attira molto e messa lì all’inizio del percorso, rende più arduo il continuare se non si anno bambini sugli 8 anni o giù di lì. Scatena troppo la fantasia. Nella stessa sala ci sono simulatori di volo in un bellissimo elicottero e ali di ogni genere in ogni angolo. Poco lontano c’è la riproduzione del Caproni Ca.1 che fece il primo volo “civile” nel 1910 proprio a Malpensa. E poi altre meraviglie del passato.

 

Fuori c’è il DC9 di Pertini

Gite: a Volandia il DC9 di Pertini

Il DC9 di Sandro Pertini

Si esce in esterni e nel percorso si alternano le sale dello spazio e quelle del volo ad “Ala rotante”, lo spazio dei droni e quello delle esplorazioni spaziali. Un’avventura dalle mille sfaccettature e dai mille racconti che racchiude anche spazio giochi e molte possibilità didattiche (per le scolaresche sembra una manna). Se i vostri bambini sono più grandi nelle aree esterne si possono vedere altri velivoli e c’è anche una torretta che può far ammirare i grandi Airbus 380 che partono da Malpensa che è lì, oltre le reti.

C’è anche il DC9 di Pertini che in questo momento è in via di restauro definitivo. Già, se non sbaglio è proprio quello sul quale tornarono a casa gli azzurri di Spagna 1982, quello della partita di scopone scientifico che rimase immortalata in una foto storica (e questo forse racconta qualcosa a te papà). Se il tuo bimbo o la tua bimba è ancora più grande, sui 10-12 anni, l’area dei droni lo saprà conquistare. Se è piccolo come il mio “Baby Volandia” ti darà il permesso di far giocare lui e di respirare tu. Certamente l’area regala emozioni a ogni angolo, ma il segreto è anche quello di saperle raccontare al tuo bimbo o alla tua bimba. Forse anche cercando di raccontarlo a te stesso e di tornare, di conseguenza, di nuovo bambino per un giorno. Questo è uno degli ingredienti delle gite di sharingdaddy.

L’unica cosa che stranisce

Ecco, forse nell’esigenza di raccontare il trasporto, più che il volo, a Volandia si vedono anche tram e autobus, ma anche una sala, bellissima, sul progettista varesino Bertoni. Il lombardo ha dato vita a meraviglie come la “Deux Cheveaux” della Citroen. Già, il mito “Due Cavalli”. Questo, un tantino, disorienta, anche se racconta di mezzi bellissimi con cui milioni di uomini si sono spostati. Bello, ma si va fuori tema. Certo, pensare e mantenere un museo come questo è un discorso concettuale ed economico complesso, ma ho fatto fatica a spiegare a Davide il museo del Volo con una macchina dentro…

Comunque bello anche quello, bello poterla vedere anche se per un bambino così piccolo come il mio non se la gode di certo, attratto com’è da elicotteri e aerei. Un viaggio fantastico, comunque, un sogno tra le nuvole da fare in ogni caso, anche se l’età giusta per portarci un bambino è 8-12 anni. Non di meno: il suo godere di quello spazio, altrimenti, sarà parziale (cosa ugualmente bella, ma che vi impone di dover tornare)

Informazioni di servizio

Biglietti? All’entrata senza preparazione (5 euro i ridotti fino a 11 anni, gratis gli under 3, 11 gli adulti) li ho trovati un filo costosetti, ma ho visto che sul sito www.volandia.it ci sono ampie possibilità di lavorarci. Per esempio è ghiotta la possibilità di organizzare una visita guidata a 20 euro per 10 persone. L’indirizzo l’ho già messo e i consigli sparsi di sharingdaddy sono questi: portateci bambini over 8, addocchiate subito il bagno che non è intuitivo trovare, preparate bene la visita, magari facendo ricerche e, se siete a Milano, passate dalla Milano-Laghi, andando poi oltre Malpensa piuttosto che andare dalla Milano-Torino. Costa di meno.

Ottimi i punti di ristoro e attenzione allo store finale… lì viene voglia di spendere un sacco di soldi. Ci sono aerei modello bellissimi. Naturalmente è pleonastico dire che sharingdaddy racconterà di visite non lontane dal posto dove vive. Io vivo a Milano e racconterò i percorsi non lontani dalla mia città. A meno che non ci siano blitz vacanzieri o gite inserite in momenti vissuti “fuori porta” da amici o parenti.

Voto?

Un bel 7.5 chiaro. Volandia è un posto proprio “fico” per gli sharingdaddy e per i loro pupi.

By | 2017-02-02T13:24:38+00:00 ottobre 10th, 2016|Sharingdaddy|0 Comments

About the Author:

Sono un papà single e un cronista di strada. E penso che l'elefante si mangi soltanto a pezzettini

Leave A Comment