Papà single: “Mamma o papà”, si scherza sulla separazione

//Papà single: “Mamma o papà”, si scherza sulla separazione

Papà single: “Mamma o papà”, si scherza sulla separazione

Papà single: ho una notizia per te.

Vuoi sapere di cosa si tratta? Semplice: si tratta del fatto che anche su una cosa tragica come la separazione si può scherzare. Anzi, a mio avviso, si dovrebbe scherzare.

Il futuro papà single e la futura mamma single

Antonio Albanese e Paola Cortellesi in una scena del film al cospetto del loro avvocato.

Non voglio essere irriverente con la nostra categoria dei papà single (e nemmeno con le mamme), ma sono convinto che la ricetta per uscire più velocemente dalla crisi della separazione e per rifarsi una vita più stabile debba avere, tra gli ingredienti, anche la capacità di ridere sulla propria disgrazia. Ebbene, fra pochi giorni ci viene in aiuto un film di Riccardo Milani, dall’eloquente titolo “Mamma o Papà“, interpretato dalla splendida Paola Cortellesi e dal ben poco paterno, in questo caso, Antonio Albanese. Prima perfidia: il film è in uscita nelle sale il prossimo 14 febbraio.

Quindi, mio caro papà single, siediti un paio d’ore al cinema e fatti prendere per il culo. Certo non risolve la realtà, ma dalle situazioni surreali che si creeranno nel film potrai certamente trarre riflessione e più di qualche sorriso, augurandomi che tu abbia questa possibilità.

Come ti sbologno i pupi

Il film è coprodotto dalla Wildside di Mario Gianani e Lorenzo Mieli e Medusa Film. La sceneggiatura è firmata da Giulia Calenda, Paola Cortellesi e Riccardo Milani. La fotografia è di Saverio Guarna, la scenografia di Maurizio Leonardi, i costumi di Alberto Moretti, il montaggio di Patrizia Ceresani, le musiche di Andrea Guerra. Nel cast anche Anna Bonaiuto, Carlo Buccirosso, Roberto De Francesco, Stefania Rocca, Claudio Gioè, Luca Angeletti, Matilde Gioli e i ragazzi Luca Marino, Marianna Cogo e Alvise Marascalchi.

La storia? Due che si separano e che vogliono sbolognare i figli all’altro per rifarsi una vita per i cavoli loro. Quindi altro che papà single o mamma singlè, qui i due cercano di andare in fuga dai marmocchi (con un finale che mi dicono a sorpresa). Tra una Valentina che per farsi disprezzare dalla figlia mostra le tette al fidanzatino della stessa e un Nicola che urla “Ciaone” scappando a gambe levate, le situazioni si susseguono in un crescendo rossiniano che parte dalla separazione civile dei due, ma si inceppa scatenando l’inferno quando entrambi hanno una importantissima occasione di lavoro all’estero e devono decidere a chi lasciare i bambini.

Il papà single e la sua "ex" happy family

Il papà single e la sua “ex” happy family in una scena del film Mamma o Papà

L’anteprima per la stampa a Milano

Domani alle 10.30, presso lo Spazio Anteo, andrà in scena l’anteprima per la stampa del film alla quale Sharingdaddy è stato, invitato. La curiosità è molta ed è scatenata dalla formidabile irriverenza che viene usata da Milani per raccontare una tragedia dei nostri tempi e magari togliere all’acrimonia che c’è in questo tipo di eventi un po’ di potenza. Insomma, “Mamma o papà” si presenta come una “Guerra dei Roses” in salsa italiana, capace di far sorridere anche chi, comprensibilmente, non ci riesce. La recensione? Arriva domani pomeriggio (senza spoilerate). Vedremo se alle premesse seguiranno i fatti. Te lo farò sapere volentieri.

Resta la sensazione che il tasto schiacciato dall’opera di Milani sia destinato a far discutere, ma finalmente, anche a far comprendere che sul fenomeno della separazione può esserci anche un occhio diverso, un modo meno teso e più leggero di far comprendere certi messaggi. Già, perché da scommetere che il trio Milani-Cortellesi-Albanese un risultato lo otterrà: quello, tramite il veicolo della comicità, di raccontare a me e a te quanto siamo messi male…

By | 2017-02-02T14:02:33+00:00 febbraio 2nd, 2017|Sharingdaddy|0 Comments

About the Author:

Sono un papà single e un cronista di strada. E penso che l'elefante si mangi soltanto a pezzettini

Leave A Comment