Navigation

Related Articles

Back to Latest Articles

Facebook live con Philippe Couve: Francia già nel futuro


Francesco Facchini
Facebook live con Philippe Couve: Francia...

Facebook live con regia: ecco il primo test.

Nella settimana in cui Facebook rilascia l’importante feature per la quale è possibile invitare in un live un proprio follower, un ospite, ho voluto testare un Facebook Live formattato con una mini regia tramite l’App Switcher Go per costruire un vero e proprio “modo” peculiare di caricare i video settimanali sul social network di Mark Zuckerberg. In una breve trasmissione, questa mattina sulla mia FanPage professionale, ho mandato live, quindi, una chiacchierata con Philippe Couve, giornalista transalpino che è il più importante punto di riferimento sul mobile journalism nell’Esagono.

Philippe ha raccontato lo stato dell’arte in Francia, paese che sta certamente davanti all’Italia per quanto riguarda lo sviluppo della cultura del mobile journalism. Il collega, infatti, ci parla di “televisioni che hanno adottato un workflow mojo” e dell’esistenza di veri e propri “format prodotti in mobile”.

La Francia, tuttavia, ha saputo interpretare il cammino del rinnovamento a suo modo ed è arrivata anche ad avere la prima conferenza sul mobile journalism, andata in scena lo scorso febbraio e pronta al bis nel 2018. Il sito della conferenza lo puoi trovare qui e, se vuoi, puoi andarti a rivedere questo post che avevo fatto sull’evento prendendo le novità dal flusso di tweet e di contenuti che, dall’evento, veniva prodotto.

Il test di Facebook Live: difetti e osservazioni

Ho rivisto questo Facebook Live con Philippe, che è anche fondatore e direttore di Samsa.fr, un altro sito che devi guardare se vuoi saperne di più sul mojo, notando, comunque, alcune imperfezioni. Certamente lo speech va tenuto più continuo e più efficace, con meno subordinate nel discorso. Il difetto principale è nell’allestimento dell’audio che ha subito dei problemi che andrò ad analizzare, molto probabilmente perché pensavo che Switcher Go non prendesse audio dall’ipad regia, ma dall’iphone che faceva da camera.

Comunque ti spiego subito gli arnesi usati per questa diretta: iPad Mini 2 per la regia, iPhone 6S Plus attaccato a un treppiede per la ripresa della mia inquadratura e applicazione Switcher Go, versione gratuita della più strutturata Switcher Studio di cui ti parlerò fra un po’.

 

Live for Mojo weekly review with a special guest

Per il video settimanale del mojo ho deciso un format diverso, un format live, con un ospite speciale: Philippe Couve, il numero uno del mojo francese

Pubblicato da Francesco Facchini – Mobile Journalist su Martedì 30 maggio 2017
Show Comments (0)

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Articles

Mobile Journalism

Applicazioni per filmare: Mavis, una magic box

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=””...

Posted on by Francesco Facchini
Mobile Journalism

Via a Premiere Rush e Adobe diventa mobile

Posted on by Francesco Facchini