Italian Mojo Stories: ecco le mie storie video scritte con il mojo

//Italian Mojo Stories: ecco le mie storie video scritte con il mojo

Italian Mojo Stories: ecco le mie storie video scritte con il mojo

Italian Mojo Stories: guardo la realtà attraverso uno smartphone.

Ho deciso di partire, per un lungo viaggio. Di cosa ti sto parlando? Delle Italian Mojo Stories, di quei racconti video con le tecniche del mobile journalism che ho insegnato, ma non ho ancora iniziato a realizzare.

Te lo dico subito: metto in piazza il mio percorso e te ne rivelerò i passi avanti. Magari all’inizio non verranno un granché, poi crescerò anche io, come cresci tu. Con l’esperienza: la teoria non è la pratica. Per ora due sono le linee di Italian Mojo Stories: video che raccontano la realtà che mi circonda e video che raccontano le persone normali dalle vite speciali che incontro.

Ho messo la maglietta di Sharingdaddy.

Forse ti ricorderai, il mio progetto Sharingdaddy, quello nel quale racconto le peripezie e le avventure di un papà single, era su questo sito. Poi ha trovato casa e ora lo puoi trovare qui. Oggi ho iniziato con un video su una manifestazione avvenuta a Milano contro l’odio in rete, un percorso di storie in cui l’impegno, la discussione e anche, se vogliamo, la soluzione di problemi, saranno i fili che mi condurranno nel racconto. Iniziare il viaggio partendo da un evento cui ho partecipato come papà di Davide più che come giornalista, mi ha letteralmente entusiasmato.

 

 

Storie di una realtà che cambia, storie di persone normali con vite speciali. Storie come quelle di Luca Paladini, minacciato di morte centinaia di volte sul web perché è omosessuale ed è un attivista laico per i diritti civili di tutti. Oggi, per me, è stato naturale andare a raccontare questo evento come testimonianza. E’ stato naturale pensare di farlo come padre e come lavoratore del digitale per il quale il web deve essere un luogo pulito, libero, ma con delle regole condivise da tutti e delle pene per chi le trasgredisce.

Il formato verrà: intanto inizio il racconto.

Sai, se stai cercando un inizio ti dico buttati. Io che ho un progetto professionale ben definito (sono un divulgatore di questa cultura), non ho ancora trovato il mio percorso come mojo videomaker. Adesso lo cerco e lo troverò e mi fa piacere metterlo in piazza con tutte le titubanze dell’inizio. Il motivo? Tutte queste cose possono diventare un motivo di ricerca e confronto con quelli come te che leggono queste righe. Sottotitoli, immagini, miglioramenti, uso del fuoco, audio. Tutto si può migliorare, ma ora lo sai: se vuoi sentire storie di cambiamenti del nostro mondo e storie di persone speciali, puoi venire qui, oppure su Sharingdaddy. Le troverai.

Italian Mojo Stories: la prossima potrebbe essere la tua. Scrivimi. 

By | 2018-05-19T21:33:45+00:00 maggio 19th, 2018|Italianmojo|0 Comments

About the Author:

Sono un papà single e un cronista di strada. E penso che l'elefante si mangi soltanto a pezzettini

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.