Navigation

Related Articles

Back to Latest Articles

Microfoni per smartphone: con BAM li puoi usare tutti


Francesco Facchini
Microfoni per smartphone: con BAM li puoi...

Il mondo della mobile content creation è in costante evoluzione.

Mese dopo mese assisto, con un certo divertimento, all’uscita di nuovi software e nuovi hardware che mettono i creatori di video e di contenuti in mobilità nelle condizioni di realizzare prodotti sempre più qualitativi. Le novità più importanti, almeno in questo periodo, arrivano dall’audio e da una serie di strumenti senza fili che hanno reso molto più facile e performante l’acquisizione del suono con gli smartphone. Il mondo dei microfoni per smartphone, specialmente wifi come Instamic e Memory Mic, ha regalato ai content creator la possibilità di rendere molto più importante di prima l’audio dentro una storia video.

Da ieri siamo tutti Bluetooth

Ieri, tuttavia, è successa una cosa che allarga ancora di più le possibilità di prendere l’audio in modo professionale, senza fili, collegando qualsiasi tipo di microfono a uno smartphone. Il tutto utilizzando le principali applicazioni di filming come Filmic Pro (e Mavis e altre) senza alcun problema di compatibilità. Di cosa sto parlando? Sto parlando della nascita della campagna Kickstarter di BAM, il trasmettitore bluetooth creato dallo svizzero Joel Antonin cui si può attaccare ogni genere di microfono, dal lavallier al normale microfono XLR, raggiungendo il telefonino in modo pulito e qualitativo. Una rivoluzione nel mondo dei microfoni per smartphone

L’incontro di Parigi

Ho incontrato Joel a Parigi, ricavandone l’impressione di avere davanti una vera personalità del mondo del suono, uno che ha una missione chiara nella testa. Quale? Quella di creare un apparecchio che mette in comunicazione qualsiasi mezzo microfonico con qualsiasi smartphone. Per un produttore di hardware si tratta della filosofia più aperta e più fruttuosa, perché permette ai creatori di contenuti di utilizzare mezzi anche vecchi tecnologicamente, ma di qualità, dando a chi realizza le immagini un perfetto controllo sul suono.

Nessuna app dedicata dentro la quale infilarsi, come Mikme o Memory Mic della Sennheiser. Nessun problema di questo genere. Tutto controllabile con un microfono qualunque, un vecchio XLR o addirittura un radio che giace da tempo nella tua tv, inutilizzato. Naturalmente Bam controlla il guadagno e fa sentire l’entrata audio in tempo reale. Infine posso dirti che, con BAM sarà possibile, stando a quanto rivelato da Joel, andare anche live con il microfono collegato al BAM e senza i fili.

Show Comments (0)

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Articles

eventi

Mojofest diventa grande e sbarca in Asia

Mojofest 2019 sarà ancora a Galway e… Andiamo con ordine, prima di addentrarci nelle novità di Mojofest. Andiamo con ordine perché per il mio podcast, Italian Mojo Stories,...

Posted on by Francesco Facchini
mobile content creation

Condivide et Impera: Bandiera diventa necessario

Condivide et Impera: uno strumento indispensabile. Ho conosciuto Rudy Bandiera e, quando l’ho visto, ero emozionato come la prima volta che ho visto Franco Baresi, mio idolo...

Posted on by Francesco Facchini