smartphone
Smartphone R-Evolution

Smartphone R-Evolution #1: cos’è uno smartphone?

Smartphone, meravigliosa macchina totale: ma sai che cos’hai tra le mani?

Io sono Francesco Facchini, autore del libro Smartphone Evolution, edito da Dario Flaccovio. Ho deciso di iniziare dalla domanda più stupida, quella cui tutti sanno rispondere. Ehm, sicuro di sapere cos’è uno smartphone? Vai con le notifiche…

Smartphone R-Evolution: le notifiche

Lo smartphone, dall’inglese telefono intelligente, è un device portatile per la comunicazione. il calcolo e la connessione con il web.

La prima idea di creare apparati telefonici che avessero capacità di elaborazione elettronica (come i computer) è nata nel 1973.

Il primo telefono chiamato smartphone è stato Simon. Fu progettato dalla IBM nel 1992 e commercializzato dalla Bel South nel 1993. Oltre all’apparato telefonico aveva la possibilità di gestire calendario, rubrica, orologio, blocco note, fax e giochi. Aveva un pennino per poter digitare sullo schermo attivo.

Il primo smartphone dotato di sistema operativo, il Symbian, è stato l’Ericsson R380. Aveva la connessione a internet.

Lo smartphone è composto da Soc, dal processore, dalla memoria rapida chiamata RAM, da quella di archiviazione chiamata ROM. Ha un modem interno per la connessione

Nel 2021 gli smartphone in azione sulla terra sono quasi 6 miliardi, mentre le sim attive sono 8 miliardi. I sistemi operativi sono principalmente due: quello della Apple chiamato iOS, arrivato alla quattordicesima versione, e quello di Google, chiamato Android, del quale si sta preparando la dodicesima versione. Huawei sta rilasciando sui suoi telefoni anche Harmony, giunto alla versione 2.0. Gli altri, numerosi, hanno frazioni piccolissime del mercato.

Una app al giorno

Ormai abbiamo centinaia di app nel nostro device. La più importante è la… macchina fotografica. Gli smartphone di ultima generazione hanno hardware fotografici di primissimo livello, ma la differenza, spesso, la fanno i software con cui l’hardware che hai tra le mani tratta lo scatto che hai appena fatto. Negli iPhone, poi, il software di elaborazione delle immagini spesso fa molto di più di quanto faccia l’apparato fotografico.

Dalla parte Apple del mondo degli smartphone, infatti, l’app foto è un concentrato di meraviglie. Esegue timelapse, video in slow motion, video normali, foto, ritratti e panoramiche. Regola zoom, esposizione, apertura del diaframma, fuoco. Nell’iphone c’è uno zoom ottico 2x, mentre il resto, fino a 5x è digitale (e provoca la perdita di definizione dell’immagine). Per evidenti limiti della macchina (non ci possono essere troppe lenti, perché altrimenti lo smartphone diventerebbe alto 10 centimetri) non si riesce ad andare più profondi con lo zoom, anche se ci sono rumor che parlano di uno zoom ottico 10x nell’iPhone 14.

Le fotocamere Android? Tante, troppe per essere spiegate. Le tipologie di file visuali che vengono elaborate sono grossomodo le stesse: timelapse, slomo, video, foto, ritratti e panoramiche. Ogni fotocamera Android ha una parte “pro” che si può utilizzare controllando manualmente tutti i valori, sia per le foto, sia per i video. Samsung è arrivata a device che fanno video in 8k e a zoom ottici 10x, con una punta dello zoom digitale a 100x (con deterioramento dell’immagine). Tanta roba.

La fotocamera video in versione pro del mio Note 10. Sono visibili tutti i comandi manuali di controllo dell’immagine.

Ricordati, comunque. Generalmente se fai una bella foto con un telefono Android quello bravo sei tu. Se la fai con un iPhone, quello bravo è l’iPhone. Ultima cosetta: pare che le selfie camera non siano stabilizzate otticamente. Facci caso e stai attento.

Smartphone R-Evolution: la call

Facciamo una breve chiamata a un amico per sapere cosa combina con il suo smartphone. Si chiama Fabio Ranfi, è un giornalista di Milano, direttore della social tv Milano Allnews. Ecco la sua risposta.

La risposta di Fabio Ranfi alla domanda “cosa combini con lo smartphone?

Smartphone R-Evolution: il promemoria

Dai, mettiti un promemoria sul tuo telefono per questa cosetta che sta per succedere nel mondo dello smartphone.

Diciamo che potresti mettere questo promemoria per il mese di marzo del 2028. Potrebbe intitolarsi “prendere telefonino con proiettore olografico”. Già, perché le case produttrici di telefonini stanno già lavorando ora sulla tecnologia che ci farà vedere immagini tridimensionali in uscita dallo schermo, mentre comunichiamo o vediamo un contenuto. Per metterla a punto dovranno essere superati molti ostacoli tecnologici, ma tra Cina, Russia e Corea del Sud (casa della Samsung) le operazioni sono già a uno stadio molto avanzato. Il resto lo farà la connessione cellulare di sesta generazione.

Smartphone R-Evolution: Call me

Questo è Smartphone R-Evolution, il format multipiattaforma che ti parla dello smartphone e di tutto quello di buono che ci puoi fare. Il format si regge su un presupposto semplice: deve essere la risposta alle tue domande. Allora chiamami, mandami messaggi, fatti sentire. Mi trovi sui social con l’account frafacchini. Adesso ti saluto, buona giornata. Alla prossima!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.