Audio mobile: un nuovo progetto e una nuova cultura


Francesco Facchini
Audio mobile: un nuovo progetto e una nuova...

Audio mobile: il 2020 sarà l’anno della voce

Stabilisco subito una cosa: l’audio mobile è la nuova frontiera della creatività del suono che incontra la mobile content creation. Ora ti spiego cosa sta succedendo e che cosa si sta sviluppando. L’anno che stiamo per incontrare sarà quello dell’esplosione del suono, dell’audio, degli assistenti vocali, della “Voice First Era” e del mercato del podcast. Per questo motivo il pubblico di chi si interessa a questo settore della produzione di contenuti è in aumento a 2 cifre su base annua. Se ne sono accorte importanti istituzioni come il Premio Pulitzer, come puoi leggere qui.

Le aziende mondiali produttrici di hardware stanno ampliando le offerte di strumenti per l’acquisizione del suono, le aziende del mondo dei media stanno moltiplicando a grande velocità le offerte di prodotti mediatici basati sull’audio. Il mondo della musica, dell’arte e dello spettacolo è in grande fermento per assecondare la crescita delle realizzazionio audio. In tutto questo l’audio mobile è il centro della democratizzazione dell’accesso alla possibilità di realizzare ottimi contenuti audio di carattere professionale. E io non potevo non seguirlo.

Due grandi aziende per un nuovo laboratorio.

Sono stato contattato e poi coinvolto da due straordinarie aziende del mondo della musica, del suono e degli strumenti per audio. Sono stato travolto da un progetto magnifico. La prima è Mogar Music, marchio internazionale di riferimento per strumenti musicali e microfoni, mixer e supporti per l’acquisizione audio. La seconda è Face The Sound, piattaforma multicanale di vendita di tutto quello che coinvolge chiunque emetta o registri un suono e voglia farlo con una qualità eccellente. Con due compagni di viaggio così, l’idea non poteva non essere brillante (e un po’ folle): raccontare l’audio mobile. Già, perché la musica, il suono e l’audio sono quello che ci aspetta, ma farti scoprire il mondo della produzione di tutto questo in mobilità è la sfida che mi hanno proposto e che ho accettato di fare.

Video, podcasting, musica… e molto altro.

Per raccontare l’audio mobile va fatto un piccolo ragionamento. La prima disciplina a usare gli strumenti mobile di registrazione è stata la musica. Voglio raccontarti una cosa: il marchio con la vocazione più mobile di questo settore è IK Multimedia. Certo anche le big come Sennheiser, Rode, Roland e altre hanno fatto cose enormi, ma la IK, l’italianissima IK, ha concepito da molto tempo dei prodotti “votati” allo smartphone e ad Ipad.

Per la registrazione, il mixing, per l’allestimento di vere e proprie stazioni di podcasting, uno dei riferimenti è la Zoom. Dal piccolo F1 fino ai portable mixer più evoluti, per fare audio mobile con loro hai strumenti eccellenti e dalle risposte superbe. Se poi ci metti che nell’ambito della audio mobile content creation ci puoi inserire anche lo spatial audio e l’audio binaural, beh, capirai senza indugio che questo campo dell’audio mobile è quanto di più innovativo ci può essere nell’ambito della produzione dei media e dei contenuti ora.

Dei video, tanto per cominciare.

Nei prossimi tempi sarò impegnato con queste due firme dell’audio a realizzare dei video per “iniziare” tutti coloro che vogliono fare acquisizione suono professionale a questa nuova filosofia di lavoro. Saranno dei video con la forma narrativa del reportage, come se portassi chi guarda a scoprire qualcosa di nuovo.

Il tutto con mille consigli e con un racconto quanto più preciso possibile sulla materia dell’audio mobile. Siamo ancora in lavorazione del primo lavoro che concluderò entro Natale ma sono certo che questo sarà solo il primo passo per creare un movimento vero e proprio attorno alla cultura dell’audio mobile content creation. Se vuoi farne parte o hai delle curiosità da soddisfare, puoi lasciarmi un commento o contattarmi. Intanto leggiti questa bella introduzione alla materia fatta dal blog di Face the Sound.

Show Comments (0)

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Articles

Mobile Journalism

Come acquistare lo smartphone giusto per il mobile journalism

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=””...

Posted on by Francesco Facchini
Mobile Journalism

Granovetter, il maestro dei mobile journalist per creare lavoro

Creare lavoro: il mojoer deve conoscere bene le dinamiche. Sono al termine di una giornata memorabile. Ho vissuto oggi il primo giorno ufficiale della mia seconda vita, quella del...

Posted on by Francesco Facchini