About me

/About me
About me 2018-08-14T20:44:33+00:00
  • Corso di mobile videomaking

La mia storia e i servizi che posso offrire

Sono un papà, innanzitutto. O meglio forse sono soltanto quello, perché il resto è relativo. Sono nato nel 1971 a Milano, sono laureato in Scienze Politiche con una tesi sul Chievo (già avete letto bene), sono giornalista professionista, ho scritto tre libri, ho raccontato storie, ho visto cose, fatto cose… Ho partecipato come cronista a un mondiale di calcio, a due Olimpiadi, a Expo 2015. Sono stato testimone di tanti fatti della storia recente e ho cercato di raccontarli.

Di sogni da realizzare ne faccio uno al giorno e mio papà mi ha insegnato come farli diventare reali. Dal 2016 ho deciso di condividere non quello che sono, ma quello che faccio e che imparo, sia nel lavoro, sia nella vita. Io? Se vai alla radice, sono un papà single e un cronista di strada.  Sono anche un docente e un formatore che ha deciso di creare questo blog per divulgare la cultura della mobile content creation in lingua italiana.

Detta in inglese sono un mojo (un mobile journalist) in seguito a studi ultradecennali sull’argomento e a esperienze professionali passate. Creo, produco e realizzo contenuti multimediali con il solo ausilio di device mobili con sistema operativo IOS. Dai podcast ai facebooklive, dai video (anche a 360°) ai reportage, dai testi alle foto: qualsiasi contenuto possa diventare un file è il mio pane quotidiano. Sono, detto come quelli che sanno, un “Multimedia content producer”.

Dal novembre 2017 sono un docente testimone dei master dello Iulm, sono stato chiamato alla docenza anche dall’Università di Pavia e dalla Lumsa. Ho avuto l’onore, nel febbraio del 2018, di essere schierato nella squadra degli speaker di “Les Rencontres Francophones de la Vidéo Mobile”, conferenza internazionale sul mobile journalism di Parigi.

Nel maggio del 2018 ho avuto anche il compito di dirigere un panel a Mojofest, la massima conferenza mondiale della mobile content creation.

Fra le mie attività c’è anche quella del consulente per organizzazioni professionali, aziende o media che vogliano dirigersi sulla strada della “mobilization”.

“Come si mangia un elefante? A pezzettini”: questa è la frase che mi ripeto tutti i giorni. Da questi anni non so se uscirò vivo. Lo scoprirò e lo scoprirai anche tu se seguirai le colonne di questo sito. Se ci riuscirò, prometto che me ne vado il prima possibile. E mi ritiro in una casa di legno, in rival mare, con una connessione e un tablet. Con l’obiettivo di leggere tutti i libri che ancora non ho letto.

Contattami per un consiglio, un incontro o un preventivo