Navigation

Related Articles

Back to Latest Articles

Corso di mobile content creation sul vino: una splendida avventura


Francesco Facchini
Corso di mobile content creation sul vino:...

Un corso sulla mobile content creation con un eccellente prodotto italiano al centro.

Lo straordinario coraggio del Consorzio Tutela vini del Collio è stato ed è il motore di un progetto che sto portando avanti in questi giorni e che, in queste ore, mi vede rintanato nel mio ufficio realizzare la didattica per i miei studenti (a proposito, scrivete qui se siete di quelle parti, pare che qualche posticino ci sia ancora). Proprio in questo momento sto, quindi, lavorando alla costruzione dei passi e dei moduli del corso che hanno, al centro, un eccellente prodotto italiano come il vino prodotto in quella zona del Friuli Venezia Giulia, ma anche uno strepitoso territorio, dalla storia millenaria e dalla cultura profondissima.

Cosa scoprirà chi partecipa.

Due giorni, uno teorico (ma da passare in aula con il telefono in mano), uno pratico a incontrare uomini e donne del vino, cantine meravigliose e colline paradisiache. Nel primo giorno si conosceranno i fondamenti della materia. Otto ore per capire, per provare, per sapere, per saggiare, per rischiare.

Il corso, nella sua prima giornata, sarà sviluppato in quattro moduli. Il primo sarà dedicato agli strumenti di lavoro del mobile creator e toccherà tutti gli hardware necessari per una acquisizione dell’immagine di qualità “pro”. Il secondo sarà dedicato al filming, a tutte le principali app dedicate a questa operazione e a tutte le problematiche legate alla fase produttiva delle immagini per creare una storia o un contenuto.
Il terzo riguarderà il montaggio, con tutte le fasi realizzative della post produzione fino a conclusione di un contenuto chiuso. Saranno mostrate e spiegate anche app di post produzione specifica e tutte le necessarie operazioni di integrazione con il workflow, con le necessità di produzione e comunicazione. Il quarto riguarderà il montaggio di di un video chiuso con formati non classici per interpretare tutte le necessità e il flusso di lavoro per la realizzazione di contenuti visuali dedicati ai social. 

La seconda giornata

Avere un intero giorno operativo è anche un modo per dedicarsi con cura al racconto del prodotto vino e dei suoi uomini e delle sue donne in Collio. Una vera manna dal cielo per capire come valorizzare un lavoro delle mani o dell’ingegno umano, ma anche un miracolo della natura e della terra, con il giusto tipo di racconto e con l’informalità e l’intimità che permette la videografia fatta con lo smartphone.

Per questo la mattina effettueremo un ritrovo e inizieremo a scrivere, organizzare, pensare un contenuto. Al centro il vino, i suoi uomini e la sua cultura. Ci sono talmente tante fasi del meraviglioso processo di produzione del vino che possono essere raccontate in chiave mojo che c’è l’imbarazzo della scelta.

L’obiettivo del Consorzio (e mio).

L’obiettivo è favorire l’entrata di questo nuovo linguaggio nelle aziende e nei comunicatori del territorio per fare in modo che sappiano raccontarsi in un modo che possa arrivare ai telefonini e alle device mobili di nuovi appassionati, di giovani, di cittadini digitali che, ormai, non si informano più tramite i canali classici. Un format che continuerà con un piccolo contest per il quale è stata allestita una giuria di grande qualità composta dal giornalista Bruno Pizzul, dal regista isontino Matteo Oleotto e dal professore di Mobile Journalism Stephen Quinn. Una meravigliosa avventura, quindi, che sta per cominciare. Se volete iscrivervi al corso c’è ancora qualche posto. Basta contattare la sede consortile o scrivere a eventi@collio.it.

Show Comments (0)

Comments

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Related Articles

eventi

Mojofest 2019: being there to change mobile content creation

The fifth edition of the maximum international event regarding mobile content creation is approaching. You must be there, now I’ll explain you why. I talked about Mojofest...

Posted on by Francesco Facchini
eventi

Going to Mojofest: learning, telling, knowing, being useful

I go to Mojofest, to observe closely the world of mobile content creation. I go to Mojofest to learn from very good colleagues, to meet friends, to create new opportunities, to...

Posted on by Francesco Facchini