Categorie
app

Toggl: la app più importante di tutte

Chi crea contenuti con lo smartphone e chi si organizza vita e lavoro con lo smartphone ha un solo preziosissimo bene.

Categorie
app mobile content creation

Adobe Premiere Rush on Android changes media history

Yesterday was a historic day for mobile content creation, thanks to Adobe Premiere Rush From 21 May 2019, in fact, it is possible to download Adobe Premiere Rush for Android and have that editing app available for the Robottino phones too (for now the number of enabled devices is quite limited). This deadline, this date, […]

Categorie
app mobile content creation

Switcher Studio e Linkedin: live “business” is here to stay

Linkedin has decided to land in the world of live broadcasts via social media. This is an interesting move and intended to change the market. Here’s what’s behind and, above all, who’s behind it. I’m talking about Switcher Studio, an American company specialized in multicamera live and creating the most professional app that exists (at […]

Categorie
app mobile content creation

Dati personali “rubati”: cara App, ci fai soldi? Bene, paga anche me

Dati personali “rubati”: beh, forse ne dobbiamo parlare. Sarò pure un cretino, ma ho deciso di fare un pezzo sui nostri dati personali online, su tutta quella serie di informazioni che noi, ogni volta che accediamo a una app sul nostro cellulare, regaliamo, spesso inconsapevolmente, ai gestori di questi software per cellulari. Sono dati sensibili, […]

Categorie
app mobile content creation

Editing su mobile: il miracolo Luma Fusion raccontato dal creatore

Editing su mobile: quando una app è un software professionale. Luma Fusion è la creazione che ha cambiato il gioco del montaggio con i telefonini, è la app che ha colmato il gap tra l’editing su mobile e l’editing su personal computer (fissi o portatili che siano). Non c’è nulla di meglio che farsi spiegare […]

Categorie
app mobile content creation

Kinemaster va all’attacco: è sbarcata sul pianeta iOS

 Kinemaster: debutto a luci spente. La comunità di coloro che sviluppano il mobile journalism mondiale se n’è accorta da sola,  anche se non si è nemmeno visto un lancio vero e proprio della notizia, dopo il periodo beta. Di cosa sto parlando? Del clamoroso sbarco di Kinemaster nel pianeta Apple, avvenuto nemmeno 36 ore fa […]