Sottotitolazione video: piccolo manuale di sopravvivenza del Mojo


Francesco Facchini
Sottotitolazione video: piccolo manuale di...

 

Sottotitolazione video: ecco un manuale secondo il vangelo del professor Ranfi.

Già, se io so queste cose le so per merito di Fabio Ranfi, direttore di MilanoAllNews. Di cosa sto parlando? Semplice, sto parlando di come si riesce a sottotitolare un video in modo automatico e veloce senza effettuare tutta la trascrizione dei testi. Sottotitolazione video: un problema enorme specialmente per il mojoer, un problema che ha modi “mojo” e non mojo di essere risolto. Vediamone alcuni, da me testati e scoperti anche grazie alla collaborazione e ai suggerimenti del professor Rufus Ranfi.

Le operazioni “complete” mojo.

Innanzitutto, perché sottotitolare? Motivo semplice: perché oltre l’80% dei video vengono visti dai telefoni o dai tablet senza audio. Per questo motivo la sottotitolazione video è di basilare importanza. Se avete delle necessità di sottotitolazione automatica in total mobile, cioè siete in giro e avete solo telefonini o tablet, potete riprendere in mobile con Apple Clips o con Clipomatic, oppure sottotitolare con pazienza il vostro video con l’applicazione Vont. Si tratta di App col sistema operativo iOS, ma nel mondo android possono venire in aiuto le normali applicazioni di montaggio come Kinemaster.

Le operazioni passando dal pc.

Ommammasanta. Un po’ temo, ma sto per darti anche una dritta di sottotitolazione video che arriva direttamente dal professor Ranfi. Per me il mobile journalism con i pc non esiste, ma facciamo finta che mi sto sbagliando e che l’amico e collega docente di Italian Mojo mi ha fregato. Ecco, per passare a fare la sottotitolazione sui video in automatico da pc l’amico giusto per l’operazione è Youtube che ha una parte dedicata ai sottotitoli automatici e correggibili. Per farla breve ho messo tutto in una diretta nella quale ho raccontato di queste tre app di iOS e della procedura da fare su Youtube. Ti lascio alla visione di questo video live, se non hai capito qualcosa contattami.

 

Show Comments (0)

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Articles

Mobile Journalism

#sharingjournalism: facebook, giornalisti, notizie e tanti guai

UN ALTRO STRUMENTO. Torno a scrivere parlando di strumenti dello #sharingjournalist e continuo con i social network, i quali restano fra gli arnesi principali per il nuovo...

Posted on by Francesco Facchini
Mobile Journalism

Mobile Journalism: previsioni per il 2019

Sta arrivando il nuovo anno: il mobile journalism deve ancora crescere. Ultime ore del 2018, è tempo di bilanci. L’anno appena passato è stato quello del consolidamento, anche in...

Posted on by Francesco Facchini