Navigation

Related Articles

Back to Latest Articles

Upday for Samsung: quando mobile è il lettore


Francesco Facchini
Upday for Samsung: quando mobile è il lettore

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” parallax_speed=”0.3″ video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_opacity=”0.5″ border_style=”solid”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” center_content=”no” last=”no” min_height=”” hover_type=”none” link=””][fusion_text][fusion_text]

Upday for Samsung, l’aggregatore con giornalisti veri.

Sono andato a trovare Giorgio Baglio, giovane e bravo direttore di Upday for Samsung, applicazione di news che la grande marca di telefoni coreana ha inserito in modo nativo sulle ultime generazioni di telefonini e, piano piano, sta ampliando a tutti i modelli. Si tratta di un prodotto editoriale “mobile” realizzato dall’editore Axel Springer, un prodotto che ha costretto Apple News, la sua app concorrente ad andare nella stessa direzione. Il motivo? Semplice: Upday for Samsung è sì un algoritmo che aggrega le notizie, ma ha anche una redazione che le sceglie, le verifica, le produce e le diffonde con tutti i mezzi sociali possibili.

Samsung

Ecco come i lettori leggono le nostre notizie: quasi tutti in verticale, quasi tutti dal telefonino. E’ il momento di adeguarsi. (Pixabay)

L’amica che ti fornisce le news: quelle giuste.

L’unione fra la matematica e gli uomini, quindi, ha dato origine a un prodotto pensato “mobile” che può rappresentare un passo in avanti verso quei “responsive media” di cui tanto parlano i maghi della futurologia editoriale. Upday for Samsung, infatti, è appena nata, ma promette di diventare un’amica che ti fornisce le news, quelle giuste, quelle che ti servono davvero. Grazie ai suoi giornalisti, però, può anche diventare un hub di confronto e una comunità attiva proprio nel proporre notizie e nell’interagire realmente con i suoi lettori per migliorare un servizio, quello dell’informazione, che diventerà sempre più profilato secondo le necessità del cliente e sempre meno generalista.

Mi incuriosiva il pensiero.

Mi incuriosiva il pensiero su some viene fatta Upday for Samsung giorno dopo giorno. Ho scoperto una redazione in continuo movimento che, naturalmente, basa le impostazioni tecniche dei suoi prodotti sul mezzo di fruizione del lettore (il telefono, appunto), ma è ancora alla ricerca di nuovi formati di news da proporre che migliorino l’esperienza del phone user. E’ una sensazione molto bella poter frequentare questo mondo dei prodotti editoriali nuovi e il motivo è molto semplice. Siamo tutti sperimentando 🙂

Ecco, a ogni modo, il video della chiacchierata in diretta fatta con Giorgio Baglio dal Talent Garden Calabiana di Milano, posto dove la redazione italiana ha preso il via con 5 giornalisti regolarmente assunti.

 

[/fusion_text][fusion_code]Jmx0O2lmcmFtZSBzcmM9JnF1b3Q7aHR0cHM6Ly93d3cuZmFjZWJvb2suY29tL3BsdWdpbnMvdmlkZW8ucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGRnJhbmNlc2NvRmFjY2hpbmlNb0pvJTJGdmlkZW9zJTJGMjE3NzA5MzE4NzQ3NDgxJTJGJmFtcDtzaG93X3RleHQ9MCZhbXA7d2lkdGg9NTYwJnF1b3Q7IHdpZHRoPSZxdW90OzgwMCZxdW90OyBoZWlnaHQ9JnF1b3Q7NDUwJnF1b3Q7IHN0eWxlPSZxdW90O2JvcmRlcjpub25lO292ZXJmbG93OmhpZGRlbiZxdW90OyBzY3JvbGxpbmc9JnF1b3Q7bm8mcXVvdDsgZnJhbWVib3JkZXI9JnF1b3Q7MCZxdW90OyBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0mcXVvdDt0cnVlJnF1b3Q7IGFsbG93RnVsbFNjcmVlbj0mcXVvdDt0cnVlJnF1b3Q7Jmd0OyZsdDsvaWZyYW1lJmd0Ow==[/fusion_code][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container][fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” parallax_speed=”0.3″ video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_opacity=”0.5″ border_style=”solid”][/fusion_builder_container]

Show Comments (0)

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Articles

Mobile Journalism

Mobile Journalism: la parola chiave è il mindset

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility”...

Posted on by Francesco Facchini
Mobile Journalism

Business col mobile journalism: il mio workshop finisce live

A Mojo Italia 2018 centocinquanta persone mi hanno ascoltato, ferme sulle sedie per tre ore. Di cosa ho parlato? Della possibilità di fare Business con il mobile journalism. Ho...

Posted on by Francesco Facchini