dirette streaming a pagamento

Dirette streaming a pagamento: Facebook si butta

Lo streaming è diventato il nuovo standard per andare sui social e un modo per spicciarsela con i contenuti video della strategia editoriale di media, aziende, professionisti e persone. Ok, può anche andare bene, ma è importante capire che andare in diretta è una cosa seria. Ora più che mai.

Streaming: la nuova fregola dei social

Fare streaming sulle reti sociali è diventato il nuovo modo di darsi battaglia sulle reti sociali per catturare pubblico, per raccontare quello che si sta facendo, vendere la propria professionalità o un prodotto. Le piattaforme per trasmettere le dirette dal pc stanno diventando popolari, così come succede per quelle con cui si può fare streaming con lo smartphone. Cosa si vede in giro? Tanta gente che intervista tanta altra a gente, tante tv che fanno le tv anche sui social, tante persone che vanno in diretta con monologhi fiume sulle ultime notizie sul COVID-19 o su qualche altro argomento stra-inflazionato. Pochi vanno in diretta con un senso.

Strano la mia sensazione non cambia nel tempo. Vuoi sapere perché dico questo? Semplice: già il 6 gennaio 2018 la dicevo chiara in un articolo di questo blog su come i frequentatori dei social network interpretano lo streaming. Da quello che vedo sulle mie varie timeline ben pochi, ancora adesso, hanno capito il senso di questo nuovo medium.

Streaming e smartphone: si può fare, ma…

Streaming e smartphone è un’accoppiata che ti può far creare un segno distintivo vero e proprio del tuo progetto di immagine. Vanno seguiti alcuni criteri precisi per creare la diretta vincente. Ecco alcuni punti su cui basarti:

  • Pensa a un programma, a una vera produzione. Un po’ di grafica, delle sigle, alcune rubriche che scandiscano il ritmo della diretta. Pensa a un progetto editoriale che esca dal rumore di tutti questi streaming che vedi.
  • Ci vuole costanza. Per questo motivo ,se vuoi inventarti uno streaming vero, le prime puntate mandale … in registrata (o meglio in falsa diretta).
  • Streaming e smartphone? Si, allora muoviti. Conquista l’ambiente circostante anche se è il ristretto ambito della tua casa dove sei obbligato a stare.
  • Contributi come le interviste dall’esterno o i video registrati, ma anche grafiche, slide, foto, infografiche sono i benvenuti.
  • Condividi lo schermo del pc o lo schermo di un’altra device come smartphone o tablet per mostrare contenuti che arricchiscano il discorso.
  • Dai contenuti di valore, pensati e scritti prima di andare in diretta. Nella diretta, appunto perché è diretta, niente deve essere casuale.

Nasce Rooms ed è il primo vagito dello streaming “chiuso”

C’è una novità di queste ore nello scoppiettante mercato che unisce streaming e smartphone. Facebook ha lanciato Rooms che è un servizio di videochiamata multipla che segue le orme del tanto decantato Zoom. L’Italia, colpita dal COVID-19 più di altre nazioni ha la possibilità di testare subito il servizio che ti permette, partendo da Messenger, di creare una stanza virtuale nella quale possono accedere tutti coloro che hanno il link con diversi livelli di privacy controllata. Un omologo di Zoom con il quale, per ora, si può fare poco, ma anche un servizio che promette di aprire un futuro interessante. Puoi aprire una stanza virtuale per chiacchierare anche dalla app di Facebook.

Trovi facilmente una bottone poco sotto la mitica finestra che ti chiede costa stai pensando. Si tratta di una stanza virtuale nella quale puoi raggruppare per un evento virtuale fino a una cinquantina di persone: Le funzionalità, per ora, sono limitate, ma si vede giù un futuro molto interessante per i progetti di comunicazione e di interazione di chi vuole utilizzare i social per ricreare momenti di contatto (di valore) con appassionati e clienti. Rooms, infatti, è il primo vagito sui social dello streaming chiuso, ma presto succederà qualcosa di più interessante. Ecco cosa.

Dirette streaming a pagamento: ecco di cosa si tratta.

Lo screenshot del video del canale Youtube Live Streaming Pros che mostra i nuovi eventi di Facebook con diretta online a pagamento.

Dirette streaming a pagamento: ecco la vera bomba sganciata da Facebook il 28 aprile 2020. Vado con ordine. Con l’introduzione di Rooms, del quale ti ho parlato nel paragrafo precedente, Facebook ha dato il via alle chiamate multiple, allo streaming per gruppi ristretti (e qui puoi cominciare già ora a pensare a mini eventi per ravvivare la tua attività), ma ha anche annunciato la possibilità (presto in arrivo) di fare veri eventi di Facebook con svolgimento solo online tramite lo streaming. Per questi eventi introdurrà anche la possibilità di pagare l’accesso. Se guardi bene la foto sopra troverai il bottone blu con scritto “Purchase Access”, compra l’accesso.

Ecco il video di Live Streaming Pros che racconta di Facebook Rooms e di tutte le altre cose interessanti varate da Menlo Park

La virtualizzazione delle interazioni.

Dirette streaming a pagamento su Facebook, pensaci bene. Pensaci bene bene… Con le dirette streaming a pagamento puoi iniziare l’era da produttore di contenuti live di qualità proponendoti direttamente al pubblico. Mi sposto un attimo dalla mia sedia e faccio alcuni esempi, i primi che mi vengono in mente, per attività diverse dalla mia. In molti campi le dirette streaming a pagamento cui poter accedere direttamente dal social network potrebbero essere importantissime per virtualizzare le interazioni in campi come la musica, il teatro, l’arte, la moda, la creatività, il design, l’artigianato, la manifattura, le attività commerciali di alto livello. Sto già studiando il fenomeno per sapere come formattarlo e proporlo anche a settori come il turismo esperienziale, la tecnologia, la salute, la medicina. Per quante palestre, centri Yoga, centri benessere, per quante aziende di promozione turistica, per quanti resort e per quante imprese che avevano tanti passaggi fisici nella creazione del valore da dare al cliente, la diretta streaming a pagamento potrebbe essere un’opportunità?

Dirette streaming a pagamento via social: una strada per il tuo business

Pensaci bene: se Facebook ti proponesse uno showcase esclusivo del tuo cantante preferito proprio quest’anno che dovevi andare al concerto ed è stato annullato, che faresti? Pagheresti per vederlo? Allora perché non pensare di vendere esperienze di valore anche in altri campi e in altri tipi di attività umane? Dirette streaming a pagamento o gratis: questo è un campo importante da esplorare per la tua nuova comunicazione e per il nuovo progetto della tua attività.

C’è di più, comunque. Sembra, stando ai rumors che arrivano da Menlo Park, che i produttori di contenuti verranno premiati anche sulle pagine. Si sta espandendo, infatti, la possibilità di “pagare” virtualmente i producer di dirette con le star, feature che già esiste negli Stati Uniti per sostenere i creators. Visto tutto questo movimento, penso di poter vaticinare senza tema di smentite che Facebook farà delle porte di entrata per delle dirette streaming a pagamento anche per le pagine. Da quel momento in avanti molto cambierà e il tuo smartphone diventerà ancora più importante.

Francesco Facchini

Sono un papà single e un cronista di strada. E penso che l'elefante si mangi soltanto a pezzettini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.