Navigation

Related Articles

Back to Latest Articles

Sponsored post: iKlip, un amico per il Facebook live


Francesco Facchini
Sponsored post: iKlip, un amico per il...

Se usi Facebook Like ti servono strumenti.

Sponsored post

Inizio il mio percorso di sponsored post e lo faccio parlando di un supporto interessante per il fare dei Facebook Live in modo preciso e professionale, soprattutto per quanto riguarda l’audio. Sto parlando di iKlip, la maniglia per la registrazione dotata di preamplificatore con entrata XLR in grado di ricevere segnali audio da ogni tipo di mixer o microfono wireless tramite il cavo Canon.

Si tratta di uno strumento professionale che aiuta molto a rendere “pro” la propria resa e che permette di proporre la diretta Facebook come uno dei prodotti proponibili ai committenti da parte dei mobile journalist. Per proporre questi servizi, insomma, servono strumenti adatti: dopo una settimana di stress passata in giro per la città di Milano a fare dirette notturne con ogni tipo di connessione, penso di poter dire che iKlip è sicuramente uno strumento da avere.

Una maniglia che amplifica e assiste.

iKlip è un supporto di trasmissione con una maniglia che al suo interno ha un preamplificatore con attacco XLR che può ricevere ogni tipo di radiomicrofono e ogni genere di segnale proveniente da mixer. Per dirette streaming da postazione fissa, per riprendere eventi come conferenze stampa o fare collegamenti da zone in cui servono postazioni news, è un aiuto importantissimo. Il controllo del gain è assoluto e regolabile, mentre l’uscita cuffie ragala la possibilità di controllare la resa audio in tempo reale.

Un supporto fisico garantisce appoggio per i ricevitori dei microfoni wireless, mentre l’audio in uscita dall’amplificatore viene poi consegnato al cellulare, tenuto sul supporto dalla staffa con l’aggancio universale per treppiede, da un cavo TRRS. La maniglia supporto, quindi, amplifica e assiste con una resa sicura e affidabile, senza sbalzi o disturbi di sorta nella fluidità del suono.

Due difetti: prezzo non popolare e staffa rivedibile.

Questo è uno sponsored post, ma come sanno le aziende con le quali ho iniziato a collaborare, non sono disposto a essere indulgente sui difetti dei prodotti, almeno quelli che riscontra la mia esperienza diretta.

E’ un prodotto per il quale mi spendo volentieri, ma penso che il prezzo (fra i 219 e i 170, dipende se lo acquisti dal sito della IK o da Amazon) sia un po’ alto e che la staffa che regge il cellulare, buona fino ai 6 pollici di schermo, sia obiettivamente un po’ poco sicura.

Sono difetti, tuttavia, che non mi impediscono di pensare che lo strumento sia necessario se, come mobile journalist, in perfetta autonomia, vuoi proporre la realizzazione di dirette Facebook multicamera dall’immagine, dall’audio e dalla resa professionale. Se puoi uscire a 400 euro a giornata per un servizio del genere, diciamo che con mezza giornata ti sei ripagato l’aggeggio. D’altronde si può scherzare poco quando c’è di mezzo una diretta e c’è di mezzo l’audio, visto che la regola aurea di un buon video è che il 90% di un video… è proprio l’audio stesso.

Show Comments (0)

Comments

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Related Articles

Mobile Journalism

Reuters Digital News Report 2017: in Italia solo il 5% paga per le news online

Il Digital News Report della Reuters serve a capire dove siamo. Questo blog ha l’ambizione di essere anche una fonte di documentazione sulla professione giornalistica che...

Posted on by Francesco Facchini
Mobile Journalism

The digital journalist needs ethics: Mariagrazia Villa will help

Digital journalism and ethics: a good marriage I read “The digital journalist is a shin of saint” (Author Mariagrazia Villa, publisher Dario Flaccovio) and when I...

Posted on by Francesco Facchini